mercoledì 9 marzo 2011

Un'altra domenica

Un’altra domenica...

Ok. Comincia come al solito, sveglia, caffè, barba, ecc. ecc.

Capitolo uno, il bidone:

Giornata belloccia quindi esco abbastanza presto.
Accendo lo scooter, carico i sacchetti con la spazzatura, casco, guanti e si parte.

Arrivo al bidone dell’immondizia, l’unico nelle vicinanze, piccolo per le case che sono in zona, e di conseguenza pieno...
Pazienza, scendo dalla moto e “caccio” a forza i due sacchetti in mezzo agli altri, poi mi accorgo che in terra c’è né uno, non mio, mollato da qualche educato confinante, lo raccolgo e lo metto sopra gli altri, in equilibrio alquanto instabile, però ci sta.

Dimentico il cellulare, torno a casa per prenderlo, riesco dopo qualche minuto, nel frattempo un camioncino è arrivato per svuotare il cassonetto, che l’atletico autista sta portando verso il meccanismo che lo svuoterà, ma nel muoverlo il famoso sacchetto in bilico è caduto.
Pensate che l’operatore ecologico lo abbia raccolto?
Ingenui... lo ha lasciato a terra...
Da domani, anche se vuoto, la spazzatura la lascio a terra, vediamo chi si stufa prima.

Capitolo due, la nonnina:

Passo davanti al market, sbircio dentro, vedo che c’è poca gente ed allora entro.
In meno di cinque minuti prendo quello che mi serve e vado verso la cassa.

Davanti a me una vecchina che mi ricorda la Maga Magò, o la Margherita Hach, che tanto sono uguali.

Mentre svuota il carrello gli cadono due scatolette di piselli, che mi chino a raccogliere, e glieli passo.
Manco mi guarda, ne mi ringrazia, li mette insieme all’altra roba, si gira, dà una spinta al carrello che si ferma in mezzo agli scaffali, si rigira tranquilla a controllare il cassiere.

Gli faccio notare che il carrello è restato in mezzo, ma senza neppure guardare mi dice:
“se da fastidio qualcuno lo sposterà!”

Mentre la “signora” finisce di riempire le borse della spesa, il cassiere passa allo scanner la mia poca roba, e nel contempo gli chiedo:
“scusa, ma non gli dici niente del carrello?”
Mi risponde:
“cosa mi domandi?, non vedi che è vecchia?”
Rispondo:
“mi domando come abbia fatto ad invecchiare così tanto e non trovare nessuno che la facesse fuori prima!”

La “signora” alza la testa e mi lancia uno sguardo che pare dire “prima o poi crepi anche tu”
La guardo ridendo con uno sguardo che gli risponde “comunque poi, vecchia stronza”.
Mi viene voglia di prendere quei due barattoli di piselli e buttarglieli in mezzo alla strada mentre arriva un pullman.

Capitolo tre, il ciclista:

Mi viene voglia di un altro caffè, e mi dirigo verso il bar.
Parcheggio lo scooter e mi appresto ad attraversare la strada.

Non faccio neppure in tempo a mettere il naso tra due macchine parcheggiate, che un ciclista mi passa quasi sui piedi mentre supera a destra la colonna di auto ferme al semaforo.
Gli grido “ma stai attento”.
Mi grida, girandosi “vaffanculo, coglione”.

Non faccio in tempo a reagire che sento un rumore di ferraglia...
Il ciclista per gridarmi si è girato mentre il passeggero di un’auto in colonna ha aperto la portiera, destra, quindi verso il marciapiede, senza pensare che una volpe a due ruote sorpassasse a palla dalla parte sbagliata.
Gli è praticamente entrato in macchina...

Capitolo quattro, la sigaretta:

Prendo il caffè, con difficoltà, causa le risate che ancora mi sto facendo e mi fan tremare come un leghista davanti ad un vocabolario.
Il barista mi guarda con faccia interrogativa, ma non gli racconto niente, così impara ad essere berlusconiano.
Solo tragedie gli posso raccontare, per rovinargli la giornata, cose divertenti manco morto!

Pago, esco, mi fermo in mezzo ai tavolini per accendermi una sigaretta.
Si avvicina uno che mi chiede una “cicca”.

Gliela porgo, ne tiro fuori una per me, poi comincio a cercare l’accendino.
“Allora, mi fai accendere o no?”
Spompato, probabilmente reduce da qualche “discotecata”, ancora mezzo addormentato, il gentil fanciullo deve anche aver fretta, poveretto.

Ed allora nella mia innata bontà gli tolgo la “cicca” dalle labbra, la butto a terra, la calpesto per bene con una scarpa, e poi, con voce tranquilla come quella di sgarbi mentre “discute” con pietro ricca gli dico:
“vattele a comperare, brutta testa di cazzo!”

Devo averlo svegliato del tutto, perché è corso a comperarle!

Capitolo cinque, le rose:

Faccio per avviarmi verso casa ormai nervosetto, ho già messo il casco ed i guanti, quando mi si para un tizio, il classico tizio, con le rose.
Mi vuole vendere le rose a tutti i costi.

Gli dico che non mi interessano, che le ho già nel giardino, che le vende mio fratello, che mia moglie ha le doglie, che mia figlia è allergica, che il cane se le mangerebbe, che non ho più soldi, che ho fretta, che sta morendo mia suocera, che devo partire per l’afghanistan, che ho il sugo sul fuoco, ma niente, niente.
Insiste, insiste, insiste...

Mi innervosisco del tutto, gli strappo le rose di mano, gli stacco tutti i fiori dagli steli, metto in moto e me ne vado!

Faccio cinquanta metri, poi “pentito” torno indietro, lo trovo sconsolato a guardare quel che resta del mazzo, tiro fuori una banconota da cinque dalla tasca mia e lo infilo nella sua, sulla camicia, lo guardo e gli dico:
“e la prossima volta che mi rompi i coglioni, manco questi ti becchi!”

Torno a casa!
Mi aspetta ancora il pomeriggio, meglio stare a casa...
Meno male che domani è lunedì!

47 commenti:

  1. Povero Venditore di Rose.
    Mi hai fatto Piangere.
    Fortuna che Ti sei Riscattato: sei Buono.

    RispondiElimina
  2. Lalla m., Arezzo10 marzo 2011 09:31

    G R A N D E M A N D I ! ! !

    RispondiElimina
  3. Eilà, Lalla!
    ma grazie!
    grazia anche al'anonimo della isita..

    RispondiElimina
  4. Caspita Mandi sono proprio pericolose le domeniche per te!
    ...anzi forse più per chi ti incontra!

    :D

    RispondiElimina
  5. buondì, Obbie!
    in effetti a me la domenica porta sfiga......

    RispondiElimina
  6. Bisognerebbe evitare di incontrarti di domenica!
    Comunque è un rischio che voglio correre ed anche presto ;-)
    Comunque prometto di non buttare sacchetti fuori dal cestino (faccio anche la differenziata!), di non lasciare il carrello in giro (utilizzo in cestino in genere, mi muovo più agevolmente), di non passarti sui piedi, di non chiederti sigarette (non fumo), di non tentare di venderti rose.

    Spero di passarla liscia...

    RispondiElimina
  7. Azz Maurone perchè non smetti di bere caffè nel bar del pidielle? Magari te lo drogano…TU SEI COSI’ NININO DOLCE CARINO E PAZIENTE

    Proprio NON TI riconosco in quell’individuo che picchia ciclisti vecchiette fighetti venditori di rose e butta per terra la spazzatura!

    PERDINDIRINDINA!!!

    O POFFARBACCO!!!

    P.S. e ogni tanto venire nel NOSTRO blog???

    RispondiElimina
  8. oppure chiama la domenica sabato due o anti lunedi

    RispondiElimina
  9. Divertente, come al solito. Guardato la tua foto , mi ero creato di te ,mentalmente , un'immagine differente. Ti immaginavo alto e robusto, quasi ciccio e con la barba, magari anche gli occhiali . Non era un'immagine negativa , la trovavo simpatica e ti ci trovo ancora qualunque tu ne abbia.

    RispondiElimina
  10. grazie, ragazzi!

    obbie, sai che sei il "logistico" per la rimpatriata.
    io conto di arrivare per fine aprile, poi ti farò sapere, e poi devo andare a trovare il tinazzi ed il nando.

    daniela, mia principessa....
    ma mica li ho picchiati....
    sai che io sono un non violento (forse)

    cecco!
    bè, tanto basso non lo sono (180cm), gracile neppure (95kg).
    la barba mi dà fastidio, però solo dopo la prima settimana, quando metti e togli il casco e ti si pianta nell'imbottitura.....

    RispondiElimina
  11. Mauro caro... sei una sagoma!
    Però io, fossi in te, cambierei bar per il caffè.
    Io andavo da un parrucchiere bravo. Poi ho scoperto che è berlusconiano e ho cambiato negozio.
    Questa non è granchè... ma io non dò soldi a chi vota la più grande disgrazia capitata all'Italia dopo Benito.
    E comunque al ciclista idiota gli sta bene...
    E comunque alcune vecchine sono educate...
    E comunque.... Mandi!

    RispondiElimina
  12. macciao, Kaishe!

    sai perchè frequento codesto covo di acefali?
    ogni tanto ne converto uno.....
    mi par una buona azione.....

    fai un passo anche sull'altro mio blog, condiviso con altri sbullonati, più serio del mio (non è che ci voglia tanto, comunque, ad esser più seri del mio...)

    http://blog-condiviso.blogspot.com/

    riciao

    RispondiElimina
  13. Maurone il post di Grillo su De Magistris mi puzza molto, non vorrei che fosse preoccupazione per i voti che può sottrarre al M5S a Napoli.

    Mettiti nei miei panni, hai la possibilità di avere una persona come lui a sindaco della tua città e ti metti a fare dei distinguo della minchia?

    RispondiElimina
  14. ciao, fratellone Aldo!

    quanti voti ha preso de magistris a napoli per le europee?

    tieni presente che la maggior parte di questi sono del blog, dei meetup, del movimento.

    ora se tutti questi vanno alla lista del m5s, non dico che ci prendiamo il sindaco, ma parecchi consiglieri sì!

    e fanno più controlli due consiglieri incazzati che un sindaco che deve vivacchiare circondato da molteplici problemi.

    opinione personale, ovvio.

    ciao, ci vediamo o da obbie od a roma!

    RispondiElimina
  15. Maurone c'è mio fratello che è incazzato nero col blog di Grillo per essere stato bannato per quel post che tu sai.
    Poi non era nemmeno sconcio e per me ha ragione.
    Ha deciso, e spero che sia temporaneo, di non scrivere più sul blog.
    Non mi piace il bannamento, eccetto alcuni casi,
    ma nel suo caso è inconcepibile.
    Se ti va cerca di intervenire.
    ciao

    RispondiElimina
  16. Ammazza che domenica turbolenta! Hai visto mai che, forse, faresti bene a cambiare un pochino i tuoi programmi per quel giorno...? A parte la missione di convertire qualche ital(id)iota, le altre vicende ti vedono ad incontrare gente mooolto maleducata! Ad esempio, le vecchiette che non ringraziano penso siano rare, o no?
    Devo dire, per quanto riguarda l'obiezione di Aldo, che anche a me un pochino mi ha lasciato perplesso il post di Grillo su De Magistris; bisognerebbe valutare bene cosa lo spingerebbe ad abbandonare il suo incarico europeo, anche se anche io la vedo un po' dura da spiegare, soprattutto alla luce dei pochi risultati ottenuti in quella sede, sbaglio?
    P.S.
    Ma veramente sei tanto più alto di me?

    RispondiElimina
  17. Mia fratello ha desistito dal proposito...non vuole dargliela vinta.

    RispondiElimina
  18. MISERIACCIA, MI ERA SFUGGITO. RIDENDO A CREPAPELLE L'HO SUBITO PUBBLICATO SUL MIO BLOG!SEI FAVOLOSO!!!

    RispondiElimina
  19. Ho scritto la risposta alla tua domanda di questa sera sul blog di beppe ma non compare. Non sono un bannato ed è strano. Ti mando un abbraccio sapendo che in fondo non ci importa chi sia stasera Ivana. ciao

    RispondiElimina
  20. dimenticavo , sono cecco.

    RispondiElimina
  21. ciao, Cecco.
    non ti preoccupare se qui non passa subito il commento, prima devo leggerlo io, ma a volte sto anche un paio di giorni senza accedere al blog.
    e poi in effetti l'ivanona non serve cercarla, basta leggere.
    quando trovi una stronzata, è lei!

    RispondiElimina
  22. La mail del blog di beppe per confermare l'inserimento del post mi è arrivata 24 ore dopo. Era quello . Ogni tanto gmail mi fa questo scherzo, parlo di gmail perché mi è accaduto anche in passato di ricevere molto in ritardo rispetto l'invio del mittente. Forse sono intercettato :-D . ciao

    RispondiElimina
  23. Maremma bucaiola!!! Ma tutti te te li becchi Mandi?
    eheheheh!!!

    Post bellissimo!!! Soprattutto il ciclista ahah!!!

    ps: non sapevo che Alassio fosse così pericolosa...starò in guardia la prossima volta che vengo ;-)))
    ciaooo

    RispondiElimina
  24. Riguardo la querelle su De Magistris vi invito a leggere questo interessante post scritto da Vittorio Bertola candidato portavoce-sindaco del Movimento 5 stelle Torino.

    Buona lettura!

    -------------------------------------------
    http://www.facebook.com/profile.php?id=100001313074337#!/note.php?note_id=10150164481561210
    -------------------------------------------

    RispondiElimina
  25. http://www.facebook.com/home.php#!/pages/Eh-lo-so/112644905483446

    RispondiElimina
  26. DESIDERO, MAURONE, DIRE LA MIA SUL COMMENTO DI MARK89, DOPO AVER LETTO CIO' CHE SCRIVE VITTORIO SU FB DI LUIGI DE MAGISTRIS. TU MI CONOSCI E SAI CHE IO NON MI SCALDO FACILMENTE, MA CIO' HO LETTO NON E' AFFATTO CONDIVISIBILE, SALVO A VOLER CONSIDERARE LE PAROLE E LO SCRITTO DI VITTORIO COME UNO SKETCH. PERCHE' QUESTO E'.
    CHIEDEREI UN PO' DI RISPETTO PER DE MAGISTRIS, ALLA STREGUA IN CUI IO, CHE NON CONDIVIDO PIU' LE IDEE DI BEPPE GRILLO, CHE TUTTAVIA TROVO SEMPRE MOLTO DIVERTENTE, GLI PORTO IL RISPETTO CHE SI MERITA,E CIOE' MOLTO!

    RispondiElimina
  27. postai un commeto su de magistris sul blog di grillo nel quale io mi lamentavo con de magistri per la sua candidatura a sindaco di napoli.

    io, e tutti quelli del blog di grillo, lo votammo per stare al parlamento europeo, non per mettersi in lista come sindaco a napoli, quindi lo prendemmo come un tradimento del voto avuto.

    questo ovviamente nulla toglie alla mia stima dell'uomo, ed in particolar modo del magistrato.

    però devo ammettere che la mia delusione è stata grande.

    se tieni poi presente che il movimento di grillo è presente nella ditta partenopea per le elezioni, la delusione e l'incazzatura del movimento è ovviamente maggiore.

    ma come, noi ti mandiamo in politica, come movimento, e poi tu ci vieni a fare concorrenza a napoli?

    è un poco, diciamo, strano!

    ciao, Luigi!

    RispondiElimina
  28. Caro Mauro, premesso che la politica non è una scienza esatta, anzi, io capisco la tua, la vostra delusione, ma non la condivido perché è molto meglio una possibilità di un sindaco onesto, rigoroso e competente che un parlamentare europeo, laddove, a riconoscimento della sua indubbia competenza, è stato eletto presidente della Commissione del Parlamento europeo preposta al bilancio comunitario.
    Non sono noccioline, è un incarico prestigioso!
    Al quale rinuncia per tentare l'avventura alle elezioni comunali del 15 e 16 maggio prossimi.
    In caso di vittoria dovrà lasciare il posto di parlamentare europeo e l'incarico suddetto, che tuttavia conserverà se non gli andrà bene.
    Io al posto suo non l'avrei fatto, Napoli è una città che stritola e un sindaco integerrimo ed efficiente rischia di essere ammazzato.

    RispondiElimina
  29. Maurone
    poi da vicino litigheremo su questo fatto di De Magistris eheheh.

    RispondiElimina
  30. Perché litigare Aldo? Non è meglio ragionare? Che fai, ti sottrai al mio ragionamento?

    RispondiElimina
  31. Luigi, amico mio.......
    penso che il buon fratellone Aldo voglia litigare con me, non con te, sulla faccenda De Magistris, ed invece appoggi in pieno le tue giustissime tesi sull'argomento.

    conoscendo bene l'Aldone, so che a toccargli il De Magistris diventa irritabile come il trota davanti alla Treccani.

    quindi non preoccuparti, siete sulla stessa lunghezza d'onda, voi due.
    diciamo che io, nel mare agitato della politica odierna, sono a fare surf sull'onda subito dietro a voi.

    Aldone, fratellone partenopeo, sai bene che io tra l'IDV ed il M5S sto con il secondo.
    sempre ammesso che ci sia in lista, altrimenti è ovvio che appoggio il Di Pietro.
    a presto a roma.

    ciao a tutti e due, canaglie!

    RispondiElimina
  32. Luigi
    Maurone mi ha preceduto e conoscendomi bene ha chiarito il mio pensiero, quindi ritengo inutile precisare.
    Ma su questo argomento non c'eravamo già chiariti tempo fa?

    RispondiElimina
  33. BENE, ALLORA ALDO E IO SIAMO D'ACCORDO: VERO?

    RispondiElimina
  34. eeeeeeehhhhhh, sì!

    due contro uno, vergogna!

    maremma agricola, che giornata oggi!
    non sono neppure riuscito a fare colazione!

    RispondiElimina
  35. Maurone avevo scritto qualcosa che vedo che non è passata.
    E non me la ricordo nemmeno, quindi non posso rimandarla.
    Questa tua censura preventiva toglie i parassiti da qui però rompe un po' i cabasisi eheheh.

    RispondiElimina
  36. hai ragione, aldo!
    non capisco come mai sia uscito prima un commento poi l'altro!

    boh?

    comunque ora tutto è a posto.

    un saluto, fratellone!

    RispondiElimina
  37. ALDO, E CHI SE LO RICORDA! A 74 ANNI GIA' E' MOLTO SE RICORDO IL MIO NOME! :-)

    RispondiElimina
  38. NESSUNA MERAVIGLIA, I COMMENTI ARRIVANO CON PRECEDENZA CASUALE, DOVUTA AL SERVER DEL BLOG E AL TRAFFICO TELEFONICO (ADSL).
    ACCADE ANCHE CHE SI PERDANO.
    LA MODERAZIONE DEI COMMENTI SERVE, COM'E' OVVIO, PER NON FARSI SCASSARE I CABASISI DAI TROLL, TIPO IL LEGHISTA ROMPIGLIONE (ROMPI-COGLIONE)! ;-)

    RispondiElimina
  39. Ho appena aperto il blog di Beppe nella speranza di trovare un tuo post che mi faccia sorridere, purtroppo non l'ho trovato . Ciao Mandi

    RispondiElimina
  40. Vieni a fare boxe con noi, dopo aver visto un qualsiasi programma televisivo o sfogliato un qualunque giornale diventiamo tutti campioni......

    RispondiElimina
  41. Sveglia Mandi! Sono più di due mesi che non posti nulla. Pelandrone! ;-)

    RispondiElimina
  42. Maurone
    A me che m'hanno bannato, niente nemmeno un pensierino.
    Non ti voglio più bene!
    eheheh

    RispondiElimina
  43. Ciao Mandi .
    Buona stagione .
    Se si tratta di ristorazione mi piacerebbe una volta venire a trovarti.

    RispondiElimina
  44. Fa piacere che leggi e quindi pubblichi , ma sarebbe carino anche leggere le tue risposte. Nel mio caso sapere , nel caso tu abbia un locale , dove si trovi.

    ciao

    RispondiElimina
  45. Adesso il tuo amico leghista si fa chiamare cecco. Non ci cascare!
    Commenti così sono non-commenti ma provocazioni, anche se decisamente infantili.

    RispondiElimina
  46. Morsello, non hai capito una mazza . Dalla quantità di commenti che lasci sembri innamorato del Mandi ed ora geloso. Tranqui nessuno te lo porta via :-))
    ho semplicemente ripetuto due volte una domanda alla quale non ho mai ricevuto risposta e seguentemente perso interesse. Ciao Mandi , ciao Mordello

    RispondiElimina