giovedì 16 dicembre 2010

Mi viene in mente..........

Ho la barba lunga, dovrò prima o poi farmela, anche perché comincia a darmi fastidio.
Soprattutto quando mi metto e tolgo il casco, mi gratta contro l’interno dello stesso.
Ok, mi metto di piglio buono e comincio la lunga operazione.
Apro il rubinetto per l’acqua calda, e nel frattempo agito la bomboletta come se dovessi prepararmi un aperitivo.
Mi ricordo ai bei tempi quando avevo il sapone, il pennello ed il rasoio, con la lametta che spezzavi e metà, la inserivi e ti durava una settimana!
La frizione che facevi sul viso con il pennello ti ammorbidiva la pelle, e nonostante avessi solo una lama, era difficile che ti tagliassi.
Oggi, con quattro lame più quella di scorta, quando finisco di farmi la barba sembro un pupazzo pronto per un film di Dario Argento!
Mi vengono in mente le pubblicità dove in due secondi si sbarbano, e con una passata sola......

Finita l’operazione ho consumato decine di litri di acqua, metri cubi di gas, mezza bomboletta di schiuma da barba con ringraziamento del buco nell’ozono, butto via un etto di plastica di lametta che per farla sono stati consumati venti litri di petrolio, una lametta che nonostante sia d’acciaio, essendo fatta in Cina, se non la usi subito fa la ruggine.
Mi vengono in mente le pubblicità dell’enel dove promettono risparmi da capogiro ed un mondo più pulito....

Mentre la caffettiera borbotta per avvisarmi che il caffè è pronto mi vesto.
Il gatto, sdraiato con noncuranza sui miei vestiti, mi guarda con occhio cattivo, già sapendo che verrà “sfrattato”.
Faccio scappare il gatto che mi rimprovera con un verso gutturale, si stira annoiato, si avvia verso la ciotola e fa colazione.
Agito la maglia per far cadere gli inevitabili peli di felino, unico vantaggio l’indumento è bello caldo!
Mi vengono in mente le pubblicità del mulino bianco, dove si alzano già vestiti, stirati, lavati....

Dopo aver preso il caffè esco di casa, è ancora buio, ma ad est si intravvede un poco di luce, il sole sta per sorgere.
Guardo il mare ed all’orizzonte si intravvede la Corsica, che mano a mano che la luce aumenta sembra si avvicini, per poi sparire dalla vista appena il sole si alza di qualche grado.
Gli strani giochi della natura.
La Corsica sparisce, ma si presenta al suo posto il lavoro.
Mi vengono in mente le pubblicità delle crociere per tutti....

Fa un freddo cane (strano modo di dire, visto che il mio cane è al caldo in casa sulla coperta vicino al termosifone!) c’è tutto ghiacciato, non posso fare niente finche non si asciuga un poco l’erba del prato che devo tagliare, allora raccolgo le carrube che il vento notturno ha fatto cadere.
Mi ricordo che anni fa le carrube le portavo con l’apetta50 al vicino ippodromo, e le scambiavo con un poco di letame per l’orto.
Ora non le vogliono più, chissà cosa danno ai cavalli, adesso.
Mi vengono in mente le pubblicità del cibo per gatti, belli, paffuti....

Il freddo non accenna a diminuire, e penso a coloro che abitano in montagna, od in “padania”, dove le temperature sono ancora peggio, ma questo non mi scalda.
Pazienza, continuo a lavorare battendo i denti, ed il movimento mi scalda un poco, ma poco poco.
Mi vengono in mente le pubblicità dove tutti vanno a lavorare felici, caldi....

Poco prima di mezzogiorno vado a comperarmi il pane, già incazzato per la mattinata della minchia!
Entro nel solito negozio, faccio le mie solite code, sia al banco dove il panettiere sembra sia appena tornato da un funerale, che alla cassa dove il cassiere sembra stia per andarci ad un funerale, pago e torno verso l’apetta50.
Mi vengono in mente le pubblicità dei negozi con i cassieri sorridenti....

Qualche pirla ha parcheggiato in doppia fila (una BMW serie 5 da 100.000 euro), mi ha chiuso, però ha le quattro frecce inserite, come se questo lo autorizzasse a sequestrare il prossimo.
Mi vengono in mente le pubblicità delle auto, che trovano sempre parcheggio, anzi, parcheggiano da sole....

Mi irrito leggermente....
Attendo quasi venti minuti....
Arriva, impellicciata da capo a piedi e truccata come un clown una signora sui quarant'anni.
Mi “intravvede” appoggiato al cassone del mio mezzo, non mi degna di uno sguardo, apre la portiera, mette in moto e fa per partire.

Un momento.... come sarebbe a dire che fa per partire....

Allora mi piazzo davanti alla portiera, busso al vetro, e gli indico di abbassarlo.
Mi guarda come se fossi un pazzo, comincia ad agitare la mano come a dirmi “che cazzo vuoi”, fa strani versi con le labbra alla Parietti.
Mi vengono in mente, non so perchè, le pubblicità dei profumi femminili....

Gli chiedo di abbassare il finestrino per la seconda volta!
Lo abbassa e mi dice con tono di sfida:
“che cosa vuoi?”
Rispondo:
“come sarebbe a dire che cosa vuoi, ci conosciamo, forse?, mi dia del lei, prego!”
Risponde:
“và bene, allora! Che cosa vuole?, e faccia in fretta che devo scappare perché non ho tempo da perdere!”

Beh, dopo una risposta del genere ringrazio il Creatore che sia una donna, altrimenti, se fosse un uomo…….
Gli dico, passando la lei al tu:
“senti, brutta testa di cazzo , io sono venti minuti che aspetto perché tu mi hai chiuso con sto cesso di macchina, ed ora mi dici che tu hai fretta? Ma chi cazzo ti credi di essere?, ringrazia che sei una specie di femmina altrimenti ti avrei già riempito di sberle!”

Mi sento battere sulla spalla, mi giro, e mi ritrovo una vigilessa che mi dice:
“Cosa succede?, non vedete che intralciate il traffico?”

La mia risposta mi viene di getto, e me ne pento immediatamente dopo:
“COSA SUCCEDE? Sta brutta troia mi ha chiuso per venti minuti e poi mi viene a dire di non rompergli il cazzo perché “LEI” ha fretta!”
Francamente pensavo che mi ammanettasse immediatamente....

Invece……
Si rivolge all’impellicciata e gli dice di spostarsi un poco avanti per darmi la possibilità di andarmene.
Me ne vado!
Vado al solito bar per l’aperitivo, parlotto con gli amici, pago e torno a casa.
Mi viene in mente la pubblicità del cynar bevuto in mezzo alla strada da calindri....

Mentre faccio la strada, vedo che l’impellicciata è fuori dalla sua auto con i documenti in mano e lo sguardo perso sul traffico mentre la vigilessa con uno strano ghigno scrive sul bollettino delle multe.......
Aveva fretta, ma ha perso un casino di tempo, la pirla!
Avevo freddo, ma ora mi è passato.
Torno a casa ridendo che mi fanno male le mascelle.
Chissà cosa avranno pensato quelli che mi vedevano ridere da solo.
Mi viene in mente la pubblicità in bianco e nero del garzone del pane in bicicletta che girava per la città cantando....

Non tutti i vigili son cattivi,
non tutti gli agenti son stronzi….
Mi vengono in mente i filmati degli scontri alle manifestazioni di qualche giorno fa a Roma....

Mah!

Mi vengono in mente molte cose......
Sarà meglio non guardare più la pubblicità!

34 commenti:

  1. Grande Mandi, che con episodi di vita quotidiana ci diverti e ci fai riflettere!
    È proprio vero la nostra vista non è quella che ci viene mostrata in pubblicità, in genere non è all'altezza (ovvio giocano proprio su questo, facendo materializzare i nostri desideri e lasciando intendere che con quel prodotto sarà così), ma può sorprenderci piacevolmente ed a volte può essere meglio di quello che temiamo/crediamo!

    RispondiElimina
  2. STO
    ANCORA
    RIDENDO....

    Mandi il Grande Vendicatore...

    LA PROSSIMA VOLTA NON RADERTI...così potrai anche accenderti un fiammifero sulla guanciotta...SAI CHE EFFETTONE SULLA TROIA IMPELLICCIATA...

    (oddio rischi che ti corra dietro...ma sono sicura cone con l'Apetta50 riesci a sfuggire alla bavosa BMW).

    RispondiElimina
  3. Maurone l'ho letta tutta d'un fiato
    sfiziosissima.
    Ma dove ho goduto è stato quando la vigilessa se l'è messa sotto, la "troia", e l'ha pelata.

    E' vero che non t'ha risolto la vita, ma almeno t'ha tirato su il morale.

    RispondiElimina
  4. Post spettacolare Mandi!!!

    Mi immagino la scena,si potrebbe fare un cortometraggio: la saggezza bucolica del lavoratore della terra a confronto con la spocchiosità altezzosa di una rappresentante della "società dell'apparire" di oggigiorno,dove "l'essere" non conta più.
    E in tutto ciò una giustizia,che funziona,non solo all'atto pratico,ma anche moralmente:
    "la società della prevaricazione e del "faccio come mi pare" che viene sonoramente(e metaforicamente)presa a sberle"

    Peccato solo x la Bmw...certa gente non è degna di guidare tali macchine...
    Ma questa,come ben sai,è un'opinione di parte ;-)

    RispondiElimina
  5. Ciao , sei proprio un affabulatore nato, fai ancora in tempo a buttarti in politica. ma .. tornando all'inizio : che marca di rasoi usi?
    per tagliarti col quadrilama ci vuole impegno.
    magari ce la racconteremo meglio quando viani dalle nostre parti, con una bella bottiglia.
    (ps io durante la pubblicita' metto il cervell in standby, un vero relax )
    ciao da Daniele

    RispondiElimina
  6. @ obbie, daniela e mak89
    allora!
    contenti della domenica passata a genova?
    ora però tocca ad obbie....
    ma per andar da lui occorreranno due giorni almeno!

    @ aldone!!!!!
    peccato tu non ci fossi, a genova!
    sarà per la prossima.

    @ daniele, sei chi penso io? (furlan?)

    RispondiElimina
  7. Siamo stati bene Mandi, belle giornate!
    Se iniziamo a pensarci, all'incontro romano, io proporrei due date: domenica 24 aprile (così poi c'è il 25 e se dovete fare due o tre giorni siete agevolati) oppure sabato 30 aprile (o il primo maggio stesso) per motivi simili (la possibilità di combinare più cose).
    Riguardo al Daniele, io l'ho capito subito di chi si trattava, ti basti sapere che c'era anche lui domenica...
    ;-)

    RispondiElimina
  8. obbie!
    per conto mio va bene qualsiasi delle due date, però sentiamo anche gli altri...

    certo che è il "nostro" daniele,
    infatti gli ho scritto "furlan"!

    ora vado a fare la spesa, nella speranza di non incontrar nuovamente l'impellicciata!

    a dopo, ciao.

    RispondiElimina
  9. Certo dicevo a tutti, iniziamo a pensarci.

    Ma riguardo alle lamette suppongo che fosse una licenza poetica, un'aggiunta a fini letterari, perché effettivamente è difficile tagliarsi col quadrilama. Riguardo alla durata io (che però utilizzo un trilama), lo riutilizzo per mesi, però spesso (volendo anche ogni volta, ma basta ogni due o tre) lo passo su un jeans una quindicina di volte prima di utilizzarlo (ovviamente nella direzione opposta a quella in cui ci si fa la barba) e poi un'altra quindicina invertendo il senso del jeans (ma non quello delle lamette ovviamente :D), tornano come nuove!
    http://www.instructables.com/id/How-to-extend-the-life-of-your-Razor-Blade-keeping/

    RispondiElimina
  10. MANDIIIII...
    direi che sono quasi gelosa....
    scrive sul tuo e non sul nostro (blog9...ok ha pochissimo tempo...ma gli devi essere piaciuto...SALUTONI e la prossima volta sfuggi dalla impellicciata...

    RispondiElimina
  11. Credo, comunque, che ora sarà lei a fuggire Mandi!
    hi hi

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. cazzarola!

    sono onoratissimo, Luigi!

    RispondiElimina
  14. ehm Danielina, ho scritto una volta sul tuo blog , anche firmato, ma non mi avete cagato molto ...

    Daniele

    RispondiElimina
  15. @ daniele

    a "nostra insaputa" non cagammo?

    errore, oltre che intestinale, anche sociale....

    vergogna!
    vedremo di rimediare immantinentemente!

    ciao, canaglia!

    RispondiElimina
  16. Mauro,complimenti per il post! A tutti gli altri dico che è stato un gran piacere conoscervi di persona,e spero di poter venire a Roma.A proposito,Obbie dai un bacio da parte mia alla piccola e dolcissima Aurora (che bel nome che ha ;-)).Un saluto a tutti,Aurora

    RispondiElimina
  17. ciao a tutti!!!
    non sono molto assidua su questo blog, ma ogni tanto mi ricordo di aprirlo, sempre con molto piacere.
    faccio a tutti voi tantissimi auguri di buon anno, che ci porti tutte le cose che desideriamo,e soprattutto una... la liberazione dal nano!
    BUON 2011!!!!!

    RispondiElimina
  18. Spero che scusiate il mio immenso ritardo nel commentare lo strepitoso post di Mandi!!! Purtroppo le mie incursioni web sono ridotte al minimo da quando sono costretto ad usare un vecchio pc lento come l'anno della fame.
    Sono comunque riuscito, non senza problemi, a pubblicare un paio di recensioni ad altrettanti libri, nella pagina a ciò dedicata sul mio blog. Delle vicissitudini di Mauro che dire, purtroppo i prepotenti, come la "signora", sono in folta compagnia: non di rado sento dall'interfono di dove lavoro, che qualcuno ha parcheggiato questa o quell'automobile (ma quasi nella totalità dei casi sono grosse berline di lusso) in posti dove non si può, e quindi sono invitati a spostarle velocemente, pena la rimozione forzata. Sono contento che si sia presa la multa!
    Per quanto riguarda l'altro particolare più discusso, e cioè le lamette, posso dire con orgoglio (?) che io non le uso da almeno 10 anni, in quanto adopero un rasoio elettrico eccezionale che non provoca danni alla pelle neppure mettendocisi d'impegno, ed in compenso (?) rade perfettamente la barba.
    Mandi, anche qui fa un freddo "cane", e la mia gatta, che lo ha capito, si rintana in casa molto volentieri...
    Saluto tutti con affetto! Ci sentiamo quando posso, e appena ritorna il mio computer non sarò più così latitante! Ma lily chi sei? Forse Ileana? Comunque un saluto a tutte e due!!!!
    Buon Anno!!! (volesse il cielo che si realizzasse l'auspicio di lily!)

    RispondiElimina
  19. buon "ano" a te, invasato!
    io ti regalerei un vocabolario oppure un dizionario!
    ma son convinto che tu li possa anche scambiar per regali incomprensibili, ed usarli par accendere il caminetto dove vi scaldate per la polenta e coca!
    allora ti regalo un augurio virtuale:
    che il 2011 possa per te esser miglior del 2010!
    chessò, che tu possa imparare almeno il siglificato di una parola nuova, ad esempio "SVEGLIATI"!

    RispondiElimina
  20. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  21. Io ignoro chi non si merita di essere considerato.Auguro un felice 2011 a Mauro,e a tutti i suoi amici che ho avuto il piacere di conoscere a Genova.Anche a lily (che sarebbe liliana),missà che speriamo tutti la stessa cosa...che sia la volta buona! Un saluto a tutti

    RispondiElimina
  22. roby, sono liliana pace (g. per guerra sul blog di grillo). forse non ci siamo mai incontrati lì, ma qui, quando ci vengo, ti leggo sempre molto volentieri.
    buon anno anche a te, aurora! facendo onore al mio cognome, ti offro un ramoscello d'ulivo (ma che è già arrivata pasqua?)

    RispondiElimina
  23. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  24. @ lily: raccolgo volentieri il tuo ramoscello d'ulivo,leggo sempre con piacere i tuoi commenti da Beppe.Ma allora è vero che il Natale fa diventare tutti più buoni...E buon anno anche a chi non era a Genova,come Aldo F. e il sig. Morsello.A tutti!!!

    RispondiElimina
  25. "I reati li commetterò volentieri e certamente non appena legittimato istituzionalmente o se dovessimo divertirci in una guerra civile italiana (8 cani identificati e raggiungibili sono in lista d'attesa)"

    ermanno.... ermanno.....
    questo è già un reato.....

    comunque, in giustificato ritardo (avevo da lavorare, anche se sembra strano), saluto tutti, auguro un buon inizio di anno, nella speranza che possa solo migliorare, in quant peggio è difficile che possa andare!

    ps: luigi, perchè ti sei "autoeliminato"?
    non ho fatto in tempo a leggere i tuoi commenti, che probabilmente era indirizzati all'"amico" mantovano, almeno questo mi è venuto in dubbio leggendo i suoi!

    non li cancello, perchè questo voglia sia un posto libero a tutti, a meno che non siano offensivi e volgari, questione diversa.
    per esempio io mi incazzo quando non mi permettono di postare in altri "siti", solo per il fatto che io voglia esprimere "verità" diverse dalle loro, anche se semplicemente scritte e non volgari o minacciose.

    per questo non cancello, per distinguermi.....

    RispondiElimina
  26. Buon 2011 a tutti!
    A tutti i cittadini,
    a quelli consapevoli di esserlo
    ed a quelli che si sentono sudditi,
    nella speranza che presto prendano coscienza anche loro.
    Spero che nel 2011 ci sia più giustizia (legale e sociale), più attenzione all'ambiente, più intelligenza e conoscenza nelle scelte che vengono fatte.
    Mi accontento di poco, in fondo, perché più che nell'anno precedente è facile...

    @Aurora, grazie!
    Ho girato il bacio che ti viene ricambiato con entusiasmo.

    RispondiElimina
  27. ho attivato la regolazione per i commenti!
    quindi petrebbe passare un poco di tempo prima che appaiano,
    dipende da quando posso avere a disposizione il pc.
    scusate il disagio, stiamo lavorando per voi....

    RispondiElimina
  28. L'HO NOTATO, TANT'E' VERO CHE HO INVIATO UN COMMENTO COME ANONIMO E NON ME L'HAI PASSATO! ;-)

    RispondiElimina
  29. Luigi, sei una canaglia!

    (bentornato, amico!)

    RispondiElimina
  30. SCHERZI? C'E' BISOGNO DI DIRLO? ANDIAMO!

    RispondiElimina
  31. lo so, lo so!
    era per chiarirlo ad altri "visitatori"!

    ps:
    verso fine aprile "rimpatriata" zona roma!

    RispondiElimina
  32. Complimenti, scrivi benissimo

    RispondiElimina