martedì 12 gennaio 2010

"ogni scarrafone è bello a figlia soja"

Il presidente più condannato degli ultimi 150 anni, Bettino Craxi, meglio conosciuto come Bottino, stà cercando, nonostante la sua condizione di ex, in tutti i sensi, di ritrovarsi una verginità politica e morale.

Come?

Ma grazie al sindaco della città della Madonnina, che ama baciare, a volte in maniera forse un pò troppo fisica, i Presidenti del Consiglio in carica.
(esistono già, purtroppo, vie dedicate allo "statista", ma in cittadine meno note)

Perchè intitolare una via, piazza, parco o "tangenziale" al mitico Bottino?

Primo:
per dimostrare che tutto il "marcio" che gli fù gettato addosso era opera di magistrati e giudici come al solito deviati, incompetenti e protagonisti, che per ottenere 15 minuti di gloria non guardavano in faccia nessuno, ed erano disposti a rovinare la santa reputazione di personaggi onesti e lavoratori che si prodigavano per 24 ore al giorno al bene del paese, del popolo e della giustizia.

Secondo:
riabilitato il poveretto, automaticamente si riabilitano anche i degni eredi ora al potere, quindi anche loro sono attaccati ingiustamente dagli eredi dei magistrati e giudici precedenti.

Bisogna però tenere conto il piccolo dettaglio:
quando morì in Tunisia, da latitante, Craxi era riuscito a collezzionare una condanna definitiva a 11 anni di reclusione per corruzione e finanziamento illecito dei partiti, oltre ad essere stato giudicato colpevole, o comunque incriminato, in altri cinque casi.

Infatti la figlia Stefania, per coincidenza sottosegretario del governo in carica, si stupisce del fatto che gli italiani di allora non abbiano creduto nel padre, mentre ora credono al suo degno erede ed attuale suo datore di lavoro, Berlusconi.

Come dire:
se ora credete al Silvio, ben sapendo chi sia, perchè non credeste al mio povero babbo, che ben sapevate chi era?

Mah!

Per completare la tattica di riabilitazione, si cercherà anche di coinvolgere il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, invitandolo a partecipare ad una cerimonia in Parlamento, visto che oramai ha ricevuto i delegati della "Fondazione Craxi" (fondazione che cerca di promuovere la sua “eredità politica e culturale”) .

Spero solo che il popolo non dimentichi che il "poveretto", dal 1976 al 1993, era il direttore della banda di suonatori che hanno creato un sistema grazie al quale i maggiori partiti dell'epoca, ora per fortuna quasi completamente scomparsi (anche se gli orchestrali peggiori si sono riciclati in altre formazioni politiche), si autoalimentavano grazie alle bustarelle che chiedevano alle aziende per ottenere gli appalti pubblici.

Queste tangenti, oltre ad arricchire i soliti, contribuivano ad aumentare il già enorme debito pubblico, gradita eredità che dovremo pagare noi ed i nostri figli.

Piccolo dettaglio che molti di noi e molti dei nostri figli sembrano non capire, infatti basta vedere chi ci comanda ora, per rendersi conto di quanto sia corta la memoria dei cittadini, anzi, sudditi italiani.

In definitiva, la riabilitazione di Craxi ha come unico scopo la "beatificazione" di Berlusconi, che grazie ad un provvedimento del 1984 ha potuto cominciare la sua scalata al potere mediatico, potere che un decennio dopo gli ha permesso di cominciare la sua avventura politica, dandogli la possibilità di continuare la distruzione del sistema italia.

14 commenti:

  1. Hai proprio ragione Mandi.
    Difficile dire se effettivamente il 'sistema' lo abbia creato lui, oppure lo abbia 'solo' 'perfezionato', fatto sta che nel suo partito era proprio un modo di procerdere istituzionalizzato, un dovere quasi.
    Non accadeva solo nel suo, ma in tutti quelli di governo e probabilmente, almeno in parte, anche negli altri, ma accadeva ed il fatto che fosse stato così generalizzato non è certamente un'attenuante. Come invece ha cercato di far passare nel famoso discorso in cui, in pratica, ha confessato che le cose stavano così.
    Allor per fortuna c'era l'indignazione popolare che accompagnava il lavoro dei giudici. Poi, col tempo, con campagne mirate, i giudici da eroi sono diventati persecutori ed i criminali (chi commette un crimine è un criminale) di allora diventano poveri perseguitati.
    Ora, cercano perfino di ribaltare le sentenze di tre gradi di giudizio...

    RispondiElimina
  2. Ben detto Mandi.
    Leggendo il libro di Travaglio "la scomparsa dei fatti", risultavano coinvolte tutte le parti politiche, anche quelle più piccole - tutte cose agli atti dl tribunale - le quali, prendevano tangenti in rapporto alla loro importanza.
    Ma come fanno, "la gente", a dimenticare queste cose!
    Io ero molto più giovane, ma mi ricordo perfettamente dello scandalo, e del coinvolgimento di tutta o quasi la polotica.
    Certo, poi leggendo il libro, ho scoperto meglio - sto scoprendo, perchè non l'ho ancora finito - i meccanismi che hanno portato allo sfacelo di tangentopoli.
    Povera Italia...

    RispondiElimina
  3. P.S.
    Ma perchè non lo posti anche su Blog condiviso?

    RispondiElimina
  4. @obbie
    molto probabilmente il maialotto tunisino il sistema lo ha perfezionato, in quanto ho come la "leggerissima" sensazione che questo fosse già in uso fin dall'inizio!

    @roby
    non ho letto il libro da te menzionato, ma appunto convinto che "tutte" le "forze" politiche dell'epoca fossero conniventi a tale sistema.
    sistema ulteriormente perfezionato dalle attuali "forze" politiche, tutti collusi, amici, conniventi, farabutti!
    il più pulito ha la rogna
    il più innocente merita la fucilazione a vita

    @roby "2"
    obbedisco!

    RispondiElimina
  5. Indovinate dov'è IL MANDI ?

    RispondiElimina
  6. Edy...
    a casa tua ad abboffarsi

    RispondiElimina
  7. Edy:
    lasciami un poco di frattini, che quando ti vemgo a prendere par la riunione dei condivisionisti, mi devi preparare il caffè!

    Aldone:
    mia moglie stamattina apre un panettone per la colazione, io gli dico:
    guarda che l'Aldone mi ha portato le sfogliatelle!
    senza neppure guardarmi, richiude il panettone e se ne sbaffa due.....
    (grazie, anche da parte sua)

    RispondiElimina
  8. Frattini ??????
    minkia Mauro sceglilo meglio l'antigelo
    con una nardini o nonnino in casa mi sentirei piu' tranquilla :)))

    per ora il caffè ve lo passo virtuale

    \_/)
    Aldo attaccaci le sfogliatelle ;)

    RispondiElimina
  9. Anche le sfogliatelle sono viruali.....servitevi pure!

    RispondiElimina
  10. buongiorno!

    se tutto và bene entro stasera sforno un nuovo post!

    argomento?

    barbareschi.....

    RispondiElimina
  11. Cosa si può dire?
    Credo che sia da un po' che LA7 ha cominciato il suo declino, ma barbareschi!
    Praticamente è come gettarsi nel precipizio.
    A che ora lo fanno che correi vedere il volo?
    Anche se so che dopo i primi 5 minuti è superfluo insistere nella visione, sono curioso.
    Ah, il post lo metti anche sul condiviso, "collega"? (anche tu mediano?)
    Ti leggo dopo: vado a correre in campagna!
    Ciao_
    Robyrunning

    RispondiElimina
  12. ciao Roby!
    anche io "mediano", ma chissenestraciccia...

    non ce la farò per stasera, sono preso con lavoretti vari (infatti dalle 8.35 di stamattina sono ritornato ora).

    non lo metto sul condiviso, sarebbe un doppione inutile, postate voi per ora, poi quando ne ho una "cazzuto" vi avviso.

    RispondiElimina
  13. Essendo un po' scarso con internet, chiedo:
    cosa fare per andare sul condiviso?

    RispondiElimina
  14. ciao, aldone!

    allora, puoi fare:

    clicchi su "visualizza il mio profilo completo"
    dove c'è la mia "foto", e quando appare la lista dei blog che seguo, clicchi su "blog condiviso"

    oppure scrivi:

    http://blog-condiviso.blogspot.com/

    ciao, Aldone, amico mio partenopeo!

    RispondiElimina